Ricerca di contenuti web
VetroSwiss
ATAG Wirtschaftsorganisationen AG
Postfach 1023
3000 Bern 14
info(at)vetroswiss.ch
Tel. 031 380 79 90
| DE | FR | IT |                                   | HOME | STAMPA PAGINA |

Da vetro a vetro

 
 
Assoggettamento all’imposta sul valore aggiunto all’1.1.2017 e termini di legge
 
Per quanto riguarda la prossima notifica dei quantitativi di vetro usato raccolti (domanda di rimborso) desideriamo richiamare la vostra attenzione sulle disposizioni di legge [Ordinanza sugli imballaggi per bevande (OIB; RS 814.621)]: ai sensi dell'art. 13 cpv. 1, per le attività di cui all'art. 12 deve essere presentata una domanda motivata entro e non oltre il 31 marzo dell'anno successivo (domanda di rimborso). Questa scadenza vale anche per le richieste di rimborso per esportazioni dell’anno precedente (art. 14).
Dall’1.1.2015 2015, su mandato dell’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM), il segretariato di VetroSwiss viene gestito dalla società ATAG Organizzazioni economiche SA (AWO). Nell'ambito della gara pubblica d'appalto per il periodo di mandato 2017-2021, l'AWO si è battuta per l'assoggettamento all'imposta sul valore aggiunto della VetroSwiss – e quindi per l'attuazione delle basi legali – (cfr. art. 14 numero 16 OIVA e art. 27 OIVA). Con l’assoggettamento VetroSwiss può ora fare valere anche l’imposta precedente sui servizi acquistati, a beneficio del fondo o dei beneficiari dell’indennità.
 

 

Marchio No-Littering

Con littering si definisce il malcostume di gettare via o abbandonare con noncuranza i rifiuti nelle aree pubbliche. Nella lotta contro il littering, l’IGSU Gruppo d’interesse per un ambiente pulito, ha lanciato con successo nel 2017 il marchio No-Littering. Il marchio No-Littering viene assegnato a città, comuni e scuole che si adoperano attivamente e con misure mirate contro il littering come pure a membri, partner e sostenitori IGSU. Il marchio è sostenuto dall’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM) e dall’Organizzazione Infrastrutture comunali (OIC).

Gli imballaggi per bevande in vetro gettati via con noncuranza sono, anche se soltanto in misura esigua, una concausa del littering. VetroSwiss s’impegna corrispondentemente negli organi dell’IGSU e sostiene, anche finanziariamente, l’organizzazione con denaro proveniente dal Fondo della tassa di smaltimento. I nomi dei titolari del marchio vengono pubblicati ufficialmente (www.igsu.ch)
.




Calcolo della quota di riciclaggio

Secondo l'ordinanza del 5 luglio 2000 sugli imballaggi per bevande (OIB), la quota di riciclaggio degli imballaggi per bevande in vetro, in PET e in alluminio deve raggiungere almeno il 75 per cento per ciascun tipo di materiale. Se la quota di riciclaggio non viene raggiunta, il DATEC è autorizzato a introdurre un deposito.
 
La quota di riciclaggio di un dato materiale corrisponde alla percentuale d'imballaggi per bevande riciclati durante un anno civile per rapporto al peso totale di imballaggi per bevande, fabbricati nel materiale in questione e consegnati per l'impiego in Svizzera.
 
La quota di riciclaggio degli imballaggi per bevande è pubblicata ogni anno sulla pagina Internet dell’UFAM.
 
Informazioni dettagliate per il calcolo della quota di riciclaggio degli imballaggi per bevande in vetro si trova qui.

 

 
Indennità per la raccolta per l’anno 2016

L‘indennità per la raccolta 2016 risulta inferiore

Negli scorsi anni, VetroSwiss è stata in grado di versare un’indennità per la raccolta pari a CHF 93.50 per tonnellata (quota base 100%). In considerazione delle cifre e dei fatti emersi per l’anno di raccolta 2016, VetroSwiss e l’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM) sono giunti alla conclusione di ridurre l’aliquota d’indennità di CHF 2.50 per tonnellata, portandola così a CHF 91.00. Su richiesta di VetroSwiss, l’UFAM ha approvato il 5 luglio 2017 le aliquote d’indennità per il 2016 (100%/60%20%, sempre a seconda del sistema di raccolta del vetro usato).
 
I motivi principali che hanno determinato la riduzione dell’indennità:
 

Situazione di partenza

Il sistema della tassa di smaltimento anticipata sugli imballaggi per bevande in vetro si basa sul sistema di ripartizione diretto. Le entrate delle tasse di un anno civile sono utilizzate per indennizzare il quantitativo di vetro usato raccolto nello stesso anno. VetroSwiss non dispone nel fondo di una riserva per fluttuazioni che permetta di stabilire un’aliquota fissa d’indennità per 2 – 3 anni e poter così garantire il suo versamento. Per motivi di pianificazione, un’ampia cerchia di beneficiari dell’indennità ha più volte auspicato che VetroSwiss mettesse a punto un sistema tale da permettere di annunciare e garantire nell’anno precedente l’indennità per l’anno successivo. Si potrebbe così evitare che i beneficiari dell’indennità conoscano solo 6 mesi dopo il servizio reso quale indennità spetta loro per l’anno precedente. Infatti se l’indennità è più elevata, non si è fatto conto su questo "regalo", se invece risulta inferiore è inevitabile che si crei un stato di irritazione perché nel budget era sta inserito un importo diverso. VetroSwiss ha tenuto conto di questa evoluzione nel fissare le indennità 2016 ed ha stanziato un importo di CHF 266'000 per la costituzione di una riserva per fluttuazioni, al fine di stabilizzare future indennità. Questo corrisponde a circa 75 centesimi per tonnellata di vetro usato.
 

Fatti sulla raccolta di vetro usato

Il quantitativo di vetro usato indennizzato è aumentato del 2.1% rispetto all’anno precedente (oltre 7‘000 tonnellate).
 

Fatti sulla TSA

L’introito netto della TSA è su un livello identico a quello dell’anno precedente (+0.1%).
 
La struttura degli introiti, però, è notevolmente cambiata rispetto all’anno precedente; gli introiti cioè degli imballaggi per bevande in vetro per contenuti da 0.09 litri a 0.6 litri sono aumentati (+6.6%), mentre per contenuti > 0.6 litri sono diminuiti (-2.0%).
 
Si presume che la tendenza del pubblico a consumare Craft Beer e le più diverse bevande rinfrescanti, come pure gli acquisti privati effettuati nei Paesi confinanti, si riflettano sugli introiti.
 

Informazioni dettagliate al Forum 2017

VetroSwiss fornirà in occasione del Forum informazioni dettagliate sulla composizione dell’indennità. In questo contesto conta la piena trasparenza. VetroSwiss non ha alcuna influenza sul mercato di smercio, sugli imballaggi per bevande in vetro e perciò sulle entrate. Nell’ambito delle possibilità si impegna tuttavia, per mezzo di programmi informativi destinati al grande pubblico, affinché la raccolta venga effettuata il più possibile selezionata per colore e senza la presenza di materiali estranei.
 

 

Contributo per il vostro Bollettino comunale

Scaricate dal nostro sito web il breve testo sul tema «Smaltire correttamente il vetro presso i punti di raccolta» e usatelo per redigere un articolo, che susciti nuovi stimoli e maggiore attenzione, da inserire poi nel vostro Bollettino comunale.
 

Marchio No-Littering: il marchio per le città, i comuni e le scuole che s’impegnano per la pulizia

Il littering è dispendioso, riduce la qualità di vita e causa danni all’ambiente. Per sostenere le istituzioni nella lotta contro il littering, il Gruppo d'interesse per un ambiente pulito (IGSU) assegna il marchio No-Littering, che premia le città, i comuni e le scuole che s’impegnano in modo attivo e con misure mirate contro il littering. Il marchio dà un contributo a favore di un’immagine positiva dell’istituzione e maggiore risalto alle misure contro il littering. Al contempo, rappresenta anche un riconoscimento e una motivazione per tutte le persone coinvolte. È possibile richiedere il marchio con uno sforzo minimo e a costo zero per poi utilizzarlo per l’intera comunicazione. Per ulteriori informazioni: www.no-littering.ch.
 
 
 
Swiss Recycling
Il rapporto d’attività 2017 evidenzia il riciclaggio
ecologico dei sistemi di riciclaggio svizzero
condotto da Swiss Recycling. Essa mostra che
il riciclo porta ad enormi benefici per l'ambiente.
 
 
 
 
VetroSwiss è membro di:
 
 
IMPRESSUM
 
 
 
 

Visite agli stabilimenti 2018
 
Solo una corretta separazione è un perfetto riciclaggio